La Tecnica “Biedermeier”

(A) E1 - Art. 452 (PARTICOLARE 2 fascina cannella)
Questo stile nacque in Austria e Germania tra il 1815 e il 1848, comprende la pittura, la letteratura, l’arredamento e naturalmente l’arte della decorazione. Il periodo definito “Biedermeier” , inizia con la crisi del Romanticismo e celebra il culto per le piccole cose che possono rendere accogliente la casa.

Dopo il Congresso di Vienna nel 1815 che tracciò la fine di un lungo periodo di guerre e dopo gli sconvolgimenti dell’età napoleonica, sopraggiunse un periodo di tranquillità in cui le persone preferirono uno stile di vita più semplice che quello condotto fino a quel momento.

E’ proprio in quel periodo e per questo motivo che nascono le prime decorazioni Biedermeier, che le donne creavano per rendere più accogliente la propria casa con composizioni da appendere ai muri, decorare cappelli e borse e per fare regali per compleanni, Natale, Pasqua, matrimoni ed altre occasioni, poiché per la loro importanza e preziosità erano considerati un augurio di prosperità, ricchezza e fortuna.

I materiali più usati erano la canutiglia (filo oro o argento lavorato a spirale), le perle, le spezie, le bacche di vario genere e i fiorellini di seta.

Ecco in breve in cosa consiste : cannella, chiodi di garofano,anice, caffè, semi, pigne, bacche, nastri colorati, pizzi, canutiglia, fiori, perle, perline, composti con gusto e abilità per profumare gradevolmente e rallegrare con delicati colori la casa, realizzare eleganti bomboniere, decorazioni natalizie, segnaposto, oggetti di arredamento.

Written by 

3 thoughts on “La Tecnica “Biedermeier””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *